Bambina virtuale smaschera i pedofili “sweetie”

    Il turismo sessuale assume una nuova terribile forma, quella dello sfruttamento dei minori via webcam: Terre des Hommes Olanda denuncia questo fenomeno emergente attraverso una campagna di comunicazione che è anche un esperimento investigativo.

    Bambina virtuale smaschera i pedofili “sweetie”

    Si chiama Sweetie ed è una bambina filippina di 10 anni, ma non in carne e ossa. Si tratta infatti di una simulazione creata grazie alla tecnologia 3D per fare da esca su chat pubbliche e smascherare i pedofili. In meno di 3 mesi la bambina virtuale è stata adescata da oltre 20.000 adulti, disposti a pagare per prestazioni sessuali davanti alla webcam, e tra questi oltre 1.000 sono stati identificati e denunciati alla polizia.

    “Quella di oggi è la dimostrazione di come pedofili e sfruttatori di bambini possano agire indisturbati nella rete, ma anche di come sia facile rintracciarli”, dichiara Raffaele K. Salinari, Presidente di Terre des Hommes.

    Il turismo sessuale via webcam – che riguarda decine di migliaia di bambini nelle sole Filippine e si diffonde sempre di più anche in altri Paesi – ha conseguenze devastanti sulla psiche delle vittime, al pari dell’abuso fisico: mancanza d’autostima e depressione, stress post-traumatico, comportamenti autodistruttivi, aggressività sono alcuni dei sintomi che manifestano i bambini coinvolti.

    “Non è un problema di mancanza di leggi”, ha spiegato Hans Guyt, responsabile della campagna di Terre des Hommes Olanda. “Le Nazioni Unite hanno stilato delle norme che rendono illegale questo tipo di violenza sui bambini, in quasi ogni parte del mondo. Il problema maggiore è che la polizia non interviene finché le vittime non sporgono denuncia. Ma, com’è ovvio, i bambini non riescono quasi mai a denunciare questo tipo di crimini, perché di solito provengono da famiglie molto povere e vengono costretti dagli adulti a prostituirsi online. A volte dovrebbero testimoniare contro la loro stessa famiglia, cosa che è quasi impossibile per un bambino”

    Per questa ragione Terre des Hommes ha lanciato una petizione online – che è già stata firmata da oltre mezzo milione di persone – per fare pressione sui governi affinché sia intensificata la lotta alla pedofilia online attraverso politiche investigative proattive.

    Firma la petizione

    Per saperne di più, guarda il documentario su Sweetie:

    Bambina virtuale smaschera i pedofili “sweetie”

    Tagged with:     , , ,

    About the author /


    Post your comments

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    advertsiment

    Iscriviti alla news
      Ricevi gli aggiornamenti della nostra community