Essere gay o etero? è questione di geni ed esperienze personali

    Come nasce e come si forma l’orientamento sessuale di un individuo è un argomento dibattuto da decenni, per lo meno da quando la scienza riconobbe che l’omosessualità non rappresenta una patologia. Da allora, diversi studi si sono susseguiti. Tra gli ultimi in ordine di tempo ce n ‘è uno che fissa alcuni punti molto importanti su questo argomento: non c’entrano le pressioni della famiglia o gli input che provengono dalla società. Se si diventa omosessuali o eterosessuali, lo si fa liberamente. Al massimo, so viene influenzati da fattori ereditari o dalle esperienze passate personali.

    Essere gay o etero? è questione di geni ed esperienze personali

    Lo studio
    Insomma: l´eterosessualità e l´omosessualità non sono determinate da fattori esterni. È la conclusione a cui sono giunti i ricercatori del Karolinska Institute (in Svezia) e della Queen Mary University di Londra (Gran Bretagna), al termine di uno studio – tra i più grandi mai condotti su questo tema – pubblicato sulla rivista scientifica “Archives of Sexual Behavior”.

    I risultati
    “I risultati mostrano, che gli atteggiamenti familiari e della società, sono meno influenti per il nostro comportamento sessuale rispetto a quanto pensato in passato”, ha detto Niklas Langstrom, uno dei ricercatori. “Invece, il ruolo più importante è svolto dai fattori genetici e dalle esperienze individuali”.
    In particolare, l´ambiente condiviso dai soggetti del campione (compresi i familiari e gli atteggiamenti della società) ha spiegato circa il 17% delle scelte dei partner sessuali, i fattori genetici il 39% e le esperienze uniche e personali il 66%.

    Essere gay o etero? è questione di geni ed esperienze personali

    Tagged with:     ,

    About the author /


    Post your comments

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    advertsiment

    Iscriviti alla news
      Ricevi gli aggiornamenti della nostra community