Pilates-Yoga-Tai tutto quello che c’è da sapere…

    La popolarità sempre crescente del fitness, sia nel panorama americano che in Italia così come in molti altri paesi del mondo è da relazionarsi all’attenzione che i mezzi di comunicazione di massa riservano sempre di più alla salute e ai problemi ad essa connessi, non ultima l’obesità che negli Stati Uniti è da tempo avvertita come una malattia sociale. Con la diffusione della pratica del fitness, si sono sviluppate molte professionalità del settore, sostenute da preparazioni scrupolose e una tensione costante all’aggiornamento.

    Pilates-Yoga-Tai tutto quello che c’è da sapere…

    Il personal training (l’allenamento personalizzato), impostato e seguito dal “personal trainer”, era considerato fino a qualche anno fa un lusso che si potevano permettere solo gli atleti professionisti o i frequentatori delle palestre più esclusive. Oggi il servizio dei personal trainer è offerto da quasi il 90% delle palestre americane, il loro costo è sensibilmente sceso e scende ulteriormente nella opzione di poter praticare il personal training insieme ad altri Il Personal Training collettivo (da un minimo di tre ad un massimo di cinque utenti) è un fenomeno in crescita non soltanto per motivi economici ma anche perché consente una maggiore interazione sociale tra i partecipanti con un conseguente impatto positivo anche sulla regolarità della frequenza. Venendo incontro alle specifiche esigenze del cliente, alla sua costituzione, alla sua forma fisica e alle sue potenzialità, il personal trainer è quindi sempre più richiesto anche dagli atleti, non solo professionisti, consentendo di impostare il lavoro in palestra in modo funzionale allo sport che viene praticato.

    Pubblicità

    È sempre il Pilates il tipo di attività fisica di maggiore tendenza nel panorama del fitness americano, anche se incalzato dalle pratiche dello Yoga e del Tai chi.

    Il Pilates, che trae il suo nome da Joseph Pilates, colui che per primo mise a punto negli anni ’20 questo particolare metodo, permette a chi lo pratica di ottenere un corpo bilanciato e creare armonia tra corpo, mente e spirito anche con l’ausilio di macchine ad hoc (vedere: Metodo Pilates). Una tendenza riscontrata tra personal trainer nei centri di fitness americani è quello di integrare il metodo di Pilates con le tecniche dello yoga: esiste anche una pratica, inventata dall’australiana Louise Solomon, che si chiama Yogalates e che combina insieme le pratiche più efficaci dell’una e dell’altra disciplina.

    Il Nia – acronimo di “Neuromuscular Integrative Action” – è un programma di fitness che attinge le sue tecniche dalle arti marziali, dallo yoga e dalla danza. Sviluppato nei primi anni ’80 da Debbie e Carlos Rosas, si potrebbe definire come una sorta di danza aerobica di basso impatto i cui obiettivi sono migliorare il funzionamento dell’apparato respiratorio, modellare i muscoli e correggere posture sbagliate.

    Il Core Conditioning sembra essere il termine emergente nelle pratiche di fitness. Basato sul potenziamento e sulla stabilizzazione dei muscoli della parte centrale del corpo e introdotto nel fitness dai terapisti fisici da pochi anni, sta conoscendo un crescente successo nei centri benessere americani, grazie anche alla novità degli strumenti che vengono impiegati nella pratica come le BOSU Balls (semisfere in gomma), le wobble boards (tavole oscillanti) e i foam rollers (rulli spugnosi) e persino il vecchio “hula hoop”, in una versione riveduta e corretta.

    L’American Council on Exercise (ACE), che da diversi anni monitorizza le tendenze del fitness negli Stati Uniti, registra anche un crescente interesse verso programmi che mescolano le tecniche del pilates e dello yoga con forme di esercizio più tradizionali, insegnando ad impostare e mantenere le posture corrette e ad acquisire consapevolezza del proprio respiro e del proprio corpo. Introducendo nell’attività fisica anche elementi di fitness mentale e spirituale, tali tecniche aiutano a prendersi cura di se stessi nel modo più completo e funzionale.

    Nuovi seguaci del fitness

    Vi è da registrare, negli ultimi anni, un sostanziale aumento di persone che si accostano al fitness per la prima volta, almeno negli Stati Uniti, con conseguenze positive anche nella diminuzione delle spese sanitarie, nello stimolo a migliorare l’alimentazione e a condurre un sano stile di vita. Di contro, aumenta anche la tendenza ad accorciare la durata delle pratiche, a causa della mancanza di tempo che prosegue ad essere la giustificazione più ricorrente per gli individui che praticano poco o per nulla l’attività fisica. Cresce infine anche la pratica delle attività di fitness all’aria aperta da parte di interi nuclei familiari e più in generale la pratica di gruppo, non in senso competitivo ma con fini di socializzazione.

    Pilates-Yoga-Tai tutto quello che c’è da sapere…

    About the author /


    Post your comments

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    advertsiment

    Iscriviti alla news
      Ricevi gli aggiornamenti della nostra community